Casa di accoglienza

Il 13 marzo 2004, all'interno del presidio ospedaliero Vito Fazzi, è stata inaugurata la Casa di Accoglienza “S. Caterina Labourè”: una foresteria che accoglie parenti di degenti residenti lontano dal luogo di cura o chi è costretto a lunghi periodi di cura. Dispone di 24 posti letto, cucina e soggiorno in comune e in ogni camera sono presenti  servizi e termoconvettori con aria calda e fredda.
Questa realtà è gestita dalla comunità delle Figlie della Carità e nasce dalla solidarietà di un buon numero di dipendenti che mensilmente versano una quota minima di 1 euro per il Fondo di Solidarietà Permanente.

Leggi il volantino scritto per il decennale del 16 Marzo 2014 e le testimonianza.

PER INFO SUL SOGGIORNO:

Chiama lo 0832.661341  o il 329.2195031 per conoscere la disponibilità delle stanze.

Scarica certificato di degenzaREGOLAMENTO e scheda dell'ospite.

Leggili, compilali in stampatello e consegnali al Centro Ascolto.

In evidenza

Clownterapia

“Con un naso rosso tutto posso”, è questo il motto dei volontari clown di corsia. La loro missione infatti è portare un sorriso nei reparti di pediatria e psichiatria di alcuni ospedali del Salento, e non solo. L’Associazione è presente nelle pediatrie di Lecce, Galatina, Gallipoli, Casarano, Tricase,  nelle psichiatrie di Lecce, Galatina, Casarano, San Pietro Vernotico, e non solo. Il servizio è offerto anche alla Casa Famiglia Dopo di noi e alla Casa Residenziale San Raffaele di Campi Salentina.

Donazioni

Per sostenere la nostra associazione puoi fare una erogazione liberale ovvero una donazione libera a favore dell’associazione

“Cuore e Mani aperte verso chi soffre” – Onlus

Bimbulanza

Inaugurata il 26 maggio del 2012, la Bimbulanza è l'ambulanza a misura di bambino. Non è un normale di veicolo di pronto soccorso: è il mezzo speciale con cui vengono trasportati bambini speciali. È tutta colorata, all'interno e fuori, ha un televisore per i cartoni e le lenzuola con i pupazzi. Ma soprattutto ad ogni viaggio ha angeli custodi per i piccoli campioni: un autista volontario e un clown volontario.  Le spese per garantire il medico e l'infermiere a bordo sono sempre ad esclusivamente a carico dell'Associazione.